#homesweethome | L’armadio che non c’era

Oggi parliamo di armadi, da ricavare anche nelle piccole nicchie che tutti abbiamo all’interno delle nostre case.

Grazie all’immagine sottostante è possibile farsi un’idea di come funziona questo rivoluzionario sistema della Esalinea: se alla fine di un corridoio abbiamo uno spazio morto, proprio lì possiamo ricavare un angolo lavanderia, chiudendo lo spazio fino al soffitto con delle eleganti ante su misura, ante che andranno a schermare completamente la zona così creata. La larghezza e la profondità vengono decisi in base alle esigenze, e le ante arrivano così già pronte per essere montate. Al termine del lavoro non è necessaria alcuna tinteggiatura.

Animazione dal sito della Esalinea

Animazione dal sito della Esalinea

È possibile ricavare uno spazio aggiuntivo anche in situazioni diverse, come quando si ha un muro o un pilastro da un lato: l’altro lato viene rifinito con un fianco preparato su misura insieme alle ante.

Esalinea_01

Un sistema come questo è molto utile anche nell’ingresso per creare dei piccoli armadi dove riporre borse e giacche utilizzando degli angoli di qualsiasi misura.

L'armadio-nicchia Brooklyn

L’armadio-nicchia Brooklyn

La versatilità di questo sistema è notevole, possiamo creare un armadio a muro anche in un angolo della camera da letto come vedete in questa fotografia…

Esalinea_03

Un profilo elastico chiude la fessura che può venirsi a creare tra le imperfezioni del muro e la struttura.È  un sistema molto interessante, anche perché non sono necessari lavori di muratura, stuccatura o tinteggiatura delle pareti evitando così costi aggiuntivi alla realizzazione.

È possibile integrare l’Armadio-Nicchia nell’ambiente preesistente, verniciandolo con la stessa tinta delle pareti. Noi vi consigliamo di laccare la struttura per evitare che le ante possano sporcarsi, in particolar modo intorno alle maniglie.

Annunci

#homesweethome | Tipologie di cucina

A Casaidea 2015 abbiamo visitato uno tra gli stand più interessanti, quello di Valcucine. Belle le composizioni, studiate nei minimi dettagli e ben illustrate nel loro favoloso catalogo.

Proprio da uno dei numerosi cataloghi che questa ditta mette a disposizione sul proprio sito internet (http://www.valcucine.it/) abbiamo tratto i disegni e le foto presenti in questa pagina.

Quali tipi di cucina esistono? Vediamo insieme alcune delle tipologie più comuni.

Nella Cucina lineare tutti gli elementi vengono disposti lungo una parete, è una disposizione adatta quando si ha una cucina stretta e lunga.

Cucina_01

Cucina_09

Artematica Uniline di Valcucine in laminato stratificato

La Cucina a C consente di ottimizzare tutti gli spostamenti all’interno dello spazio cucina, mentre con delle porte scorrevoli si può separare la zona pranzo anche per limitare il passaggio di odori.

Cucina_02

Cucina_11

Riciclantica in Alluminio Verniciato Grigio della Valcucine

La Cucina con isola richiede spazi molto ampi e rende più agevole il lavoro, offrendo superfici di appoggio ampie e ben dislocate. È particolarmente adatta per chi ama cucinare e per chi ha spesso ospiti a cena.

Cucina_04

Cucina_10

SineTempore con finitura delle ante in olmo della Valcucine

Infine, la Cucina con penisola costituisce una comoda unità aggiuntiva, che articola lo spazio ingombrando un po’ meno rispetto all’isola. L’elemento sporgente può fornire un ulteriore piano di lavoro, può contenere lavello e/o piano cottura, può essere provvisto di un bancone colazione.

Cucina_05

Cucina_08

Artematica con penisola della Valcucine

#homesweethome | Un tavolo giusto per ogni occasione

Con gli appartamenti sempre più “mini” è d’obbligo preservare lo spazio, salvo ricavarne altro quando capita di ricevere amici. Sarà per questo che a Casaidea 2015 abbondavano le proposte di tavoli allungabili, di ogni forma, stile e grandezza: console e tavoli allungabili possono essere una presenza discreta di tutti i giorni ed offrire posti a tavola extra al bisogno. Presenza discreta ma nemmeno tanto, dal momento che il tavolo allungabile è ormai un vero e proprio oggetto di design, divenuto da semplice necessità un vero e proprio oggetto da esibire.

Il tavolo Zed di Riflessi, ad esempio, ha dimensioni che possono variare, utilizzando apposite prolunghe, da 130 cm fino a 290 cm.

Tavolo ovale allungabile

Tavolo ovale allungabile Zed, di Riflessi

La consolle Luxury, sempre di Riflessi, con gambe in acciaio lucido o laccato bianco, è lunga solo 50 cm da chiusa ma raggiunge i 200 cm da aperta. Sempre della linea Luxury, il tavolo rettangolare in legno (anche questo con gambe in acciaio) può variare in lunghezza da 140 cm fino a 320 cm.

Consolle allungabile Luxury, di Riflessi

Tavolo rettangolare allungabile, Luxury di Riflessi

Tavolo rettangolare allungabile, Luxury di Riflessi

#homesweethome | Ottimizziamo lo spazio del bagno

Sempre più spesso ci chiedono di ricavare un secondo bagno dentro un piccolo spazio. Non è sempre facile trovare i sanitari giusti per realizzare un bagno così piccolo ma la linea Connect della Ideal Standard risponde esattamente a questa esigenza.

Come vedete dalle foto si possono ricavare dei bagni in spazi veramente ridotti come un sottoscala o un ripostiglio.

Connect_Space_1

Di dimensioni compatte, i vasi della collezione Connect Space hanno una profondità di soli 48 cm, rispetto alla media di 55-60 cm. I lavabi  sono del tipo a semi incasso e per l’installazione ad angolo.

Connect_Space_3

Sono stati ideati anche dei mobili sottolavabo con cassetti ampi e profondi a chiusura rallentata, meccanismo utilizzato anche  sulle ante per una chiusura morbida e silenziosa.


Connect_Space_2

Insomma, vi sarete accorti come con il lavabo, i sanitari e la doccia Connect si riesce a progettare un secondo bagno su misura ottimizzando al meglio tutti gli spazi.

Bagnetto