Una casa in legno a Roma

Casa in legno_00Il titolo di questo post ricalca volutamente quello del libro di Flaiano, Un marziano a Roma, perchè dire che si sta costruendo un casa in legno a Roma sembra una cosa incredibile. In genere si pensa che questo tipo di case si trovino solo nei paesi di montagna, in posti dove c’è molto freddo ed è piacevole trovarsi al caldo circondati da pareti in legno.

Ma le case in legno non sono solo queste…quella di cui parliamo oggi ha una finitura esterna ad intonaco anche se la struttura portante è in legno.

Da qualche mese visitiamo spesso questo cantiere perchè ci occupiamo del Coordinamento della sicurezza. L’edificio, che si trova nei pressi di Tor Vergata, è ad un solo piano fuori terra ed occupa una superficie di circa 100 mq.

Come dicevamo, la struttura è stata realizzata con pareti in legno massiccio ad assi incrociate tipo X-Lam ancorate a terra mediante staffe in acciaio zincato e tasselli mentre la tamponatura prevede, all’esterno, dei pannelli in sughero dello spessore totale di 16 cm, all’interno, una coibentazione con pannelli di lana di roccia rivestiti da un doppio pannello in gessofibra. La copertura, invece, è realizzata con travi in legno lamellare e il tetto è ventilato.

Casa in legno_01

Le caratteristiche precedentemente elencate abbassano di molto la trasmittanza termica dell’intera struttura aumentando il comfort termico interno sia in inverno che in estate e consentono un notevole risparmio energetico.

L’edificio, attualmente, è quasi terminato, per noi è stata un’ottima esperienza quella di aver seguito da vicino la costruzione di una delle poche case in legno realizzate a Roma e ci auguriamo che nei prossimi mesi riescano a partire altri cantieri di questo genere.

Casa in legno_04

I committenti sono persone che hanno scelto di realizzare la loro casa in legno dopo un’attenta analisi dei pregi e dei difetti di questo materiale e, ad oggi, sono molto contenti della scelta effettuata…comunque tra qualche mese li andremo a trovare e chiederemo direttamente a loro com’è vivere in una casa in legno e quali sono le differenze maggiori rispetto ad un edificio tradizionale, vi faremo sapere!

Se volete un preventivo per il progetto e la realizzazione della vostra casa in legno, contattateci su info@atlas-progetti.com

Articoli correlati

Annunci

Image Meter

Logo image meterMolto utile per il rilievo e le annotazioni varie che si possono fare in un cantiere. Se facciamo una foto all’interno di un appartamento o in un cantiere edile, poi possiamo aggiungere quote di muri, di porte, finestre o anche di mobili, scrivere delle annotazioni direttamente sulla foto.

E’ un software molto semplice da usare: le foto si possono anche scattare direttamente all’interno dell’applicazione, poi premendo edit c’è la possibilita’ di trascinare una quota e di indicarne la misura in cm o in metri. Se possedete un misuratore laser con il bluetooth, il programma si connettera’ con il dispositivo. Inoltre, se quando tornate a studio vi accorgete di non aver preso tutte le misure di cui avete bisogno, con questa App e’ possibile conoscere le quote mancanti attraverso la foto.

Consigliamo di usarlo non solo ai tecnici, ma anche a tutti coloro che, dovendo comprare un mobile, potranno scattare una foto dell’ambiente dove lo stesso andra’ collocato e su questa rilevare tutte le quote per evitare di portarsi a casa un mobile troppo grande… Anche chi deve cambiare casa puo’ usarlo per fotografare i mobili che vuole mantenere, in modo da scegliere come collocarli all’interno della nuova casa, avendo a portata di mano tutte le misure!

Nella versione free si possono usare solo 5 quote per ogni fotografia; spesso sono sufficienti, ma se non fosse cosi’ potete scattare un’altra foto con lo stesso soggetto e continuare ad annotare o, se vedete che e’ un programma del quale non potete fare piu’ a meno… compratevi la versione pro in vendita a 2,49 euro!

Potete scaricarla qui

Image Meter

Software free per l’architettura e per l’ingegneria

Android LogoDa qualche tempo nei nostri giri quotidiani per cantieri e sopralluoghi, ci portiamo anche un tablet. Sta diventando un compagno sempre piu’ utile e indispensabile visto che ci capita spesso di avere bisogno di una fotocamera, di uno scanner, di un metro, di un blocco per appunti o di sapere cosa dice un certo decreto che, naturalmente, non portiamo sempre dietro con noi.

Per questo abbiamo pensato di tenere nota delle applicazioni per Android che per noi sono piu’ utili; speriamo di aggiornare presto questo elenco, anche con le vostre segnalazioni. Lasciate commenti e link alle App che piu’ utilizzate nel vostro lavoro!

Fino ad ora abbiamo parlato di queste applicazioni:

  • Image Meter…leggi l’articolo qui
  • Handy Scanner…leggi l’articolo qui
  • Livella a bolla…leggi l’articolo qui
  • Slide Notes…leggi l’articolo qui

Come ottenere la detrazione del 50%

Questa è una domanda che ci fanno spesso percio’ abbiamo deciso di scrivere in poche righe le cose fondamentali da fare per avere diritto alla detrazione del 50% nei lavori di ristrutturazione della vostra casa.

Prima di tutto dovete verificare, da soli o con l’aiuto di un tecnico di vostra fiducia, se gli interventi che dovete fare sono tra quelli per cui si puo’ richiedere la detrazione, per aiutarvi potete leggere la guida scritta dall’Agenzia delle Entrate.

Comunque considerate che lavori come spostamenti di tramezzi o apertura di vani porta si possono detrarre ma va presentata all’ufficio tecnico del Comune di competenza una Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA) che a Roma costa circa 250 € di reversale (da pagare in Municipio), costo al quale va aggiunta la parcella del professionista. La CILA andrà conservata insieme agli elaborati grafici per gli eventuali controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Presentata la CILA in Comune, si possono subito iniziare i lavori edili (non è necessario attendere 30 giorni come era per la vecchia DIA). È fondamentale che tutti i pagamenti, dalla parcella del tecnico alle fatture dell’impresa, siano fatti esclusivamente attraverso bonifici.

Una volta terminati i lavori, il tecnico effettuerà il collaudo ed il nuovo accatastamento dell’immobile, consegnandovi infine copia di tutta la documentazione presentata ai vari uffici tecnici.

Al momento della dichiarazione annuale dei redditi è sufficiente indicare i dati catastali identificativi dell’immobile; in questo modo potrete detrarre il 50% di tutti gli importi, per un massimo di 96.000 € per unità immobiliare.

Ricordiamo che la cifra da detrarre viene spalmata in 10 anni e che per ora la detrazione al 50%, in mancanza di un’ulteriore proroga, si potrà effettuare fino al 31 dicembre 2014, poi si tornerà ad applicare la detrazione al 36% (per un importo massimo di 48.000 €).

Il recente Dlgs n.63 ha introdotto anche la detrazione per gli arredi acquistati per un appartamento in fase di ristrutturazione (per un importo massimo di 10.000 €), anche tale detrazione si potrà effettuare fino al 31 dicembre 2014.

Image

Annunci immobiliari: Appartamento con ingresso indipendente a Terni

In questa pagina gli annunci immobiliari di appartamenti di nostri selezionati clienti. Senza alcuna intermediazione di agenzie.

Terni – piano terra e seminterrato, appartamento e box auto, 185 mq commerciali.

 01 02 03 0405

Appartamento in ottimo stato con ingresso indipendente in Strada di Vallecaprina, zona residenziale tranquilla e panoramica. L’immobile presenta una superficie commerciale di mq 185, disposto su due livelli: piano terra con grande salone, cucina abitabile, tre camere e due bagni, con due terrazzi e giardino; al piano seminterrato ampia taverna con cucina in muratura e camino, bagno e locale lavanderia con accesso diretto al garage. Ottime rifiniture, infissi in legno con cancelli retrattili e zanzariere. Termoautonomo, no condominio.

Classe energetica: G

Prezzo € 240.000

Per info: 339 8758470

#homesweethome | L’armadio che non c’era

Oggi parliamo di armadi, da ricavare anche nelle piccole nicchie che tutti abbiamo all’interno delle nostre case.

Grazie all’immagine sottostante è possibile farsi un’idea di come funziona questo rivoluzionario sistema della Esalinea: se alla fine di un corridoio abbiamo uno spazio morto, proprio lì possiamo ricavare un angolo lavanderia, chiudendo lo spazio fino al soffitto con delle eleganti ante su misura, ante che andranno a schermare completamente la zona così creata. La larghezza e la profondità vengono decisi in base alle esigenze, e le ante arrivano così già pronte per essere montate. Al termine del lavoro non è necessaria alcuna tinteggiatura.

Animazione dal sito della Esalinea

Animazione dal sito della Esalinea

È possibile ricavare uno spazio aggiuntivo anche in situazioni diverse, come quando si ha un muro o un pilastro da un lato: l’altro lato viene rifinito con un fianco preparato su misura insieme alle ante.

Esalinea_01

Un sistema come questo è molto utile anche nell’ingresso per creare dei piccoli armadi dove riporre borse e giacche utilizzando degli angoli di qualsiasi misura.

L'armadio-nicchia Brooklyn

L’armadio-nicchia Brooklyn

La versatilità di questo sistema è notevole, possiamo creare un armadio a muro anche in un angolo della camera da letto come vedete in questa fotografia…

Esalinea_03

Un profilo elastico chiude la fessura che può venirsi a creare tra le imperfezioni del muro e la struttura.È  un sistema molto interessante, anche perché non sono necessari lavori di muratura, stuccatura o tinteggiatura delle pareti evitando così costi aggiuntivi alla realizzazione.

È possibile integrare l’Armadio-Nicchia nell’ambiente preesistente, verniciandolo con la stessa tinta delle pareti. Noi vi consigliamo di laccare la struttura per evitare che le ante possano sporcarsi, in particolar modo intorno alle maniglie.

#homesweethome | Tipologie di cucina

A Casaidea 2015 abbiamo visitato uno tra gli stand più interessanti, quello di Valcucine. Belle le composizioni, studiate nei minimi dettagli e ben illustrate nel loro favoloso catalogo.

Proprio da uno dei numerosi cataloghi che questa ditta mette a disposizione sul proprio sito internet (http://www.valcucine.it/) abbiamo tratto i disegni e le foto presenti in questa pagina.

Quali tipi di cucina esistono? Vediamo insieme alcune delle tipologie più comuni.

Nella Cucina lineare tutti gli elementi vengono disposti lungo una parete, è una disposizione adatta quando si ha una cucina stretta e lunga.

Cucina_01

Cucina_09

Artematica Uniline di Valcucine in laminato stratificato

La Cucina a C consente di ottimizzare tutti gli spostamenti all’interno dello spazio cucina, mentre con delle porte scorrevoli si può separare la zona pranzo anche per limitare il passaggio di odori.

Cucina_02

Cucina_11

Riciclantica in Alluminio Verniciato Grigio della Valcucine

La Cucina con isola richiede spazi molto ampi e rende più agevole il lavoro, offrendo superfici di appoggio ampie e ben dislocate. È particolarmente adatta per chi ama cucinare e per chi ha spesso ospiti a cena.

Cucina_04

Cucina_10

SineTempore con finitura delle ante in olmo della Valcucine

Infine, la Cucina con penisola costituisce una comoda unità aggiuntiva, che articola lo spazio ingombrando un po’ meno rispetto all’isola. L’elemento sporgente può fornire un ulteriore piano di lavoro, può contenere lavello e/o piano cottura, può essere provvisto di un bancone colazione.

Cucina_05

Cucina_08

Artematica con penisola della Valcucine

#homesweethome | Un tavolo giusto per ogni occasione

Con gli appartamenti sempre più “mini” è d’obbligo preservare lo spazio, salvo ricavarne altro quando capita di ricevere amici. Sarà per questo che a Casaidea 2015 abbondavano le proposte di tavoli allungabili, di ogni forma, stile e grandezza: console e tavoli allungabili possono essere una presenza discreta di tutti i giorni ed offrire posti a tavola extra al bisogno. Presenza discreta ma nemmeno tanto, dal momento che il tavolo allungabile è ormai un vero e proprio oggetto di design, divenuto da semplice necessità un vero e proprio oggetto da esibire.

Il tavolo Zed di Riflessi, ad esempio, ha dimensioni che possono variare, utilizzando apposite prolunghe, da 130 cm fino a 290 cm.

Tavolo ovale allungabile

Tavolo ovale allungabile Zed, di Riflessi

La consolle Luxury, sempre di Riflessi, con gambe in acciaio lucido o laccato bianco, è lunga solo 50 cm da chiusa ma raggiunge i 200 cm da aperta. Sempre della linea Luxury, il tavolo rettangolare in legno (anche questo con gambe in acciaio) può variare in lunghezza da 140 cm fino a 320 cm.

Consolle allungabile Luxury, di Riflessi

Tavolo rettangolare allungabile, Luxury di Riflessi

Tavolo rettangolare allungabile, Luxury di Riflessi

#homesweethome | Ottimizziamo lo spazio del bagno

Sempre più spesso ci chiedono di ricavare un secondo bagno dentro un piccolo spazio. Non è sempre facile trovare i sanitari giusti per realizzare un bagno così piccolo ma la linea Connect della Ideal Standard risponde esattamente a questa esigenza.

Come vedete dalle foto si possono ricavare dei bagni in spazi veramente ridotti come un sottoscala o un ripostiglio.

Connect_Space_1

Di dimensioni compatte, i vasi della collezione Connect Space hanno una profondità di soli 48 cm, rispetto alla media di 55-60 cm. I lavabi  sono del tipo a semi incasso e per l’installazione ad angolo.

Connect_Space_3

Sono stati ideati anche dei mobili sottolavabo con cassetti ampi e profondi a chiusura rallentata, meccanismo utilizzato anche  sulle ante per una chiusura morbida e silenziosa.


Connect_Space_2

Insomma, vi sarete accorti come con il lavabo, i sanitari e la doccia Connect si riesce a progettare un secondo bagno su misura ottimizzando al meglio tutti gli spazi.

Bagnetto

#homesweethome | Geotermia a Casaidea 2015

Non solo arredi a Casaidea 2015, ma anche impianti ad energia rinnovabile come la geotermia. Si tratta di una tecnologia per la produzione di energia termica in alternativa ai sistemi tradizionali basati su combustibile fossile.

A Casaidea abbiamo visitato lo stand di Geotermia Italia, un’azienda che opera nel Lazio e in tutto il Centro-Sud e che offre servizi di installazione di impianti geotermici ma anche di pannelli radianti, nonché di un sistema molto interessante per garantire il ricambio d’aria all’interno degli ambienti, la ventilazione meccanica controllata (VMC).

Ma come funziona, in breve, un impianto geotermico?

L’energia termica del terreno viene captata in profondità tramite sonde verticali o anche orizzontali. Queste sonde raccolgono il calore della terra e garantiscono la produzione di acqua calda sanitaria, il riscaldamento ed il raffrescamento degli ambienti.

È un impianto che si ripaga in pochi anni e che non richiede manutenzione. Inoltre, la sostituzione di un impianto di riscaldamento con un sistema geotermico beneficia della detrazione IRPEF del 65%.

Pompa di calore geotermica in una villa monofamiliare ad Aprilia (RM) dalla brochure di Geotermia Italia.

Pompa di calore geotermica in una villa monofamiliare ad Aprilia (RM) dalla brochure di Geotermia Italia.

Schema di impianto geotermico

Schema di impianto geotermico

#homesweethome | Cabine armadio su misura a Casaidea 2015

Molti clienti ci chiedono di realizzare una cabina armadio in fase di ristrutturazione del loro appartamento, e la cosa è tanto più conveniente perché la detrazione Irpef del 50% riguarda non solo i lavori edili, ma anche l’acquisto degli arredi, ed è bene approfittarne visto che la detrazione è stata prorogata per tutto il 2015 .

In genere progettiamo l’interno delle cabine armadio con i moduli Ikea, che sono particolarmente economici, ma a Casaidea abbiamo trovato 4 collezioni di cabine armadio della ditta Ark-it con un buon rapporto qualità-prezzo.

Si tratta di moduli per cabine armadio realizzati in fabbrica su misura, la qual cosa ci consente di progettare utilizzando al meglio tutto lo spazio a disposizione, che in genere è molto ridotto.

Se volete una consulenza gratuita per valutare la possibilità di ricavare una cabina armadio nel vostro immobile potete scriverci a info@atlas-progetti.com per chiedere un appuntamento senza impegno presso il nostro studio a Roma.

Cabina armadio della Ark-it di Ferentino

Cabina armadio della Ark-it di Ferentino

#homesweethome | Nuovi materiali da rivestimento a Casaidea 2015

Tanti nuovi materiali per il rivestimento di pavimenti, pareti e soffitti, a Casaidea 2015. Tra le novità:

  • pannelli compositi con anima alveolare trasparente con cella tronco conica o cilindrica, rivestiti con pelli in materiale plastico trasparente/colorato/satinato, utilizzabili anche su pavimenti e retroilluminabili;

Starlight di Bencore

  • materiali metallici, da utilizzare su pareti come su soffitti a creare particolarissimi effetti;

Pannelli in acciaio e alluminio Alrox di Designpanels

  • pannelli costituiti da materiali organici, colori della natura, metalli o tessuti inglobati in resina PETG trasparente;

Invision di Designpanel

  • pannelli a rilievo in gesso, con disegni di ogni tipo, pitturabili, utilizzabili per dare l’accento giusto ad una parete.

Pannelli a rilievo in gesso di 3D Surface

 

Pannelli a rilievo in gesso dipinto

Una miniera di idee per il rivestimento, sia in ambienti domestici che commerciali.

#homesweethome | Le case in legno di Casaidea 2015

C’era anche la casa in legno a Casaidea 2015. La casa in legno è un sistema costruttivo che sta prendendo piede anche in città. Non pensate alla baite di montagna, una casa in legno, una volta finita, può essere in tutto e per tutto uguale ad una casa in muratura. Ma andiamo con ordine.

Foto dal sito Log House

Foto dal sito Log House

Cinque cose da sapere sulle case in legno

Progetto personalizzabile

Con il legno è possibile realizzare qualunque tipo di progetto, esattamente come lo desidera il cliente. Il progetto di una casa in legno può partire da una struttura base per essere poi ampliato e personalizzato nei dettagli, nel colore come nelle finiture esterne, nel tipo di essenza come nell’impiantistica.

Abbattimento di tempi e costi

Un cantiere silenzioso, pulito, e dunque più sicuro, consente l’abbattimento dei tempi e dei costi rispetto ai cantieri tradizionali. Le strutture prefabbricate vengono assemblate in pochi giorni e completamente a secco.

Risparmio energetico

Grazie alla tecnologia del legno è possibile abbattere notevolmente i consumi energetici, consentendo al tempo stesso un ottimo comfort ambientale, fresco d’estate e caldo d’inverno.

Rischio incendio

Una delle più frequenti obiezioni sulle case in legno è la loro resistenza al fuoco. In realtà il legno è in grado di resistere al fuoco in modo migliore e più prevedibile di altri materiali, e non apporta alcun maggior rischio in caso di incendio rispetto ad una struttura tradizionale.

Rischio sismico

Da un punto di vista sismico una struttura in legno ha ottime caratteristiche di leggerezza, resistenza a snervamento ed elasticità.

Una casa in legno: perché no?

Una casa in legno può essere una piacevole scoperta: dal comfort ambientale al risparmio energetico, dai costi certi alla rapidità di posa in opera. Inoltre, non ultimo, una casa in legno può essere finita ad intonaco esattamente come una casa in muratura. Ed allora perché non informarsi?

Se volete, potete farlo, venendoci a trovare gratuitamente e senza nessun impegno, per conoscerci e per valutare insieme una soluzione in legno modellata sulle vostre esigenze. Scriveteci per un appuntamento nel nostro studio di Roma all’email info@atlas-progetti.com

Modello Fenice, dal catalogo Log House

#homesweethome | Casaidea 2015

Oggi andiamo a Casaidea 2015, alla Fiera di Roma, in cerca di nuove idee e spunti. La scorsa edizione fu interessante, con tante soluzioni all’insegna del design, dell’ergonomia ma anche del divertimento, con oggettistica colorata a fare da contorno ad arredi più importanti.

Quest’anno ci attendiamo un cambio di passo, un arredamento che tenga sì conto delle esigenze di praticità ed estetica ma anche dell’economicità, cosa che di questi tempi non guasta.

Rimanete in ascolto e vi aggiorneremo a breve!